I vantaggi fiscali delle polizze assicurative

I vantaggi fiscali delle polizze assicurative

Come usufruire dei vantaggi fiscali associati all’acquisto di una polizza assicurativa.

Chiunque si occupi di un bilancio familiare o di quello di un’attività o di un’azienda sa bene cosa sono le agevolazioni fiscali e quanto possono essere utili per alleggerire il peso delle “tasse” da pagare. Si tratta di detrazioni o deduzioni fiscali introdotte dal legislatore italiano per spingere i contribuenti a investire in iniziative socialmente utili oppure per favorire determinati investimenti dando come ‘premio’ un taglio delle imposte nette. Si può accedere ad agevolazioni fiscali, per esempio, per sostenere i progetti di organizzazioni di volontariato, cooperative sociali e ONLUS, per  ristrutturare casa (ecobonus, sismabonus), per la formazione dei figli. Anche i premi versati per alcune polizze assicurative o soluzioni previdenziali  danno origine a vantaggi fiscali.

Vediamo insieme di che si tratta e quali sono i possibili risparmi.

Deduzione e detrazione: le differenze

In Italia le agevolazioni fiscali possono essere sotto forma di deduzioni o di detrazioni fiscali; entrambi concorrono, anche se in modo diverso, a ridurre il carico fiscale che ogni anno pesa sul contribuente. Per deduzione fiscale si intende la sottrazione di un importo dalla base imponibile, mentre la detrazione è la sottrazione di un importo dall’imposta lorda. Semplificando possiamo dire che la deduzione produce un risparmio pari alla spesa pagata per l’aliquota massima pagata dal contribuente (più alto è il reddito più si risparmia); la detrazione d’imposta, invece, è una percentuale fissa (in genere il 19%) della spesa detraibile. Facciamo due esempi, ipotizzando un reddito lordo annuo rispettivamente di 25.000 e 40.000 euro e una spesa deducibile/detraibile di 2.000 euro:


REDDITOIMPONIBILE

SPESADEDUCIBILE
RISPARMIODEDUZIONEFISCALESPESADETRAIBILE(19%)RISPARMIODETRAZIONED’IMPOSTA
25.000 €2.000 €540 €2.000 €380 €
40.000 €2.000 €760 €2.000 €380 €

Mettere al sicuro il proprio futuro

La agevolazioni fiscali dunque concorrono ad alleggerire il carico fiscale netto del contribuente e sono utili per favorire l’acquisto di vari beni e servizi tra cui polizze assicurative. Anche in questo caso il legislatore italiano vuole favorire l’acquisto di una polizza da parte dei cittadini per mettere al sicuro il proprio futuro o quello della propria famiglia e, tramite le agevolazioni fiscali, alleggerire la spesa, riducendo di fatto il premio annuale da pagare. In una società come quella odierna caratterizzata dal costante aumento dell’aspettativa di vita è necessario investire sulla serenità futura puntando, per esempio, su una polizza in grado di assicurare una rendita in caso di non autosufficienza, oppure scegliendo una polizza utile in caso di infortunio o, ancora, un fondo pensione per garantirsi un certo grado di benessere anche in vecchiaia. 

Polizze con agevolazioni fiscali: quanto risparmio?

Nella pratica, dunque, acquistando alcune polizze il contribuente può godere degli sconti legati alle agevolazioni fiscali che di fatto tagliano il costo netto dell’investimento, lasciando più soldi in tasca al contribuente che però sarà coperto in caso di necessità. Una polizza vita, per esempio, da 250 euro all’anno, con una detrazione fiscale del 19%, costa di fatto 202,5 euro con un risparmio di 47,5 euro l’anno. Un fondo pensione aperto prevede una deduzione dal reddito ai fini Irpef fino a 5.164,57 euro: quindi un contribuente con 30mila euro di reddito lordo può arrivare fino a 24.800 euro circa di reddito imponibile. E ancora: una polizza per la non autosufficienza garantisce una detrazione pari al 19% fino a 1.291,14 euro, mentre la polizza infortuni, che ha una detrazione pari al 19% (fino a 530 euro) fa in modo che un versamento pari a 250 euro l’anno, sia nella pratica ridotto a 202 euro. Stessa detrazione al 19% è valida anche per la garanzia infortuni del conducente relativa alla polizza auto. Ogni dieci anni di polizza quindi il contribuente risparmia 475 euro. Dal 1° gennaio 2018, per le sole polizze Casa e Globale su fabbricati e condominio, è possibile (grazie all’Art. 15 del TUIR, lettera f-bis) la detrazione di un importo pari al 19% degli oneri sostenuti per i premi di assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi (alluvione e terremoto) stipulate relativamente a unità immobiliari ad uso abitativo. Il beneficio fiscale spetta solo al contraente di polizza, per tutte le polizze stipulate nell’annualità, anche in caso di più abitazioni. Per le unità in condominio, la quota la quota di premio detraibile è comunicata dall’amministratore di condominio. 

Tempi e modi per usufruire dello sconto

Le agevolazioni fiscali entrano in campo in occasione della dichiarazione dei redditi e servono per calcolare le imposte annuali a carico del contribuente. È dunque necessario precisare che per beneficiare delle agevolazioni fiscali, già a partire dalla prossima dichiarazione dei redditi, occorre stipulare la polizza e pagare i relativi premi entro la fine dell’anno.



Questo sito può trattare i dati personali dell’utente attraverso l’utilizzo dei cosiddetti cookies che potrebbero consentire l’identificazione dell’utente o del terminale. Questo banner soddisfa l’obbligo di resa dell’informativa sintetica. A maggior tutela degli utenti, abbiamo implementato un meccanismo per cui, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies o di strumenti analoghi eventualmente descritti nel documento informativo per i quali comunque non è obbligatorio uno specifico consenso. Per saperne di più̀ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies è possibile cliccare qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi